Gli Stati Uniti hanno perso l’unico esemplare del massiccio cactus arboreo di Key Largo, in quella che i ricercatori, secondo quanto riportato su Journal of the Botanical Research Institute of Texas, ritengono essere la prima estinzione locale di una specie causata dall’innalzamento del livello del mare nel Paese. Il cactus Key Largo, o Pilosocereus millspaughii, cresce ancora su alcune isole sparse dei Caraibi, tra cui il nord di Cuba e alcune parti delle Bahamas.

Negli Stati Uniti, scrive AGI, era limitato a un’unica popolazione nelle Florida Keys, scoperta per la prima volta nel 1992 e da allora monitorata a intermittenza. L’intrusione di acqua salata dovuta all’innalzamento dei mari, l’impoverimento del suolo a causa degli uragani e delle alte maree e i mammiferi erbivori hanno esercitato una pressione significativa sulla popolazione. Nel 2021, quello che era stato un florido popolamento di circa 150 fusti si era ridotto a sei frammenti malati, che i ricercatori hanno recuperato per coltivarli fuori sede e garantirne la sopravvivenza.

“Purtroppo, il cactus arboreo di Key Largo potrebbe essere un indicatore di come altre piante costiere a bassa quota risponderanno ai cambiamenti climatici”, ha dichiarato Jennifer Possley, direttore della conservazione regionale del Fairchild Tropical Botanic Garden e autrice principale di uno studio che documenta il declino della popolazione. Si sa relativamente poco dei cactus rari della Florida.

I ricercatori si sono inizialmente imbattuti nel cactus arboreo di Key Largo in una foresta di mangrovie isolata e per diversi anni la sua identità è rimasta incerta. I più ritenevano che si trattasse di una popolazione unica del cactus arboreo di Key Largo, Pilosocereus robinii, una specie a rischio presente in altre zone delle Florida Keys. I due cactus hanno un aspetto simile. Gli steli di entrambi si ergono perpendicolarmente al terreno e possono superare i 6 metri di altezza. Entrambi hanno fiori color crema che profumano di aglio e riflettono la luce della luna, attirando gli impollinatori pipistrelli, mentre i loro frutti rossi e viola brillanti attirano l’attenzione di uccelli e mammiferi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *