La musica che ci coglie di sorpresa può essere sentita nel cuore, mentre la musica che soddisfa le nostre aspettative può portare sentimenti di calma. Sono questi alcuni dei risultati di un nuovo studio pubblicato su “iScience” da un gruppo di ricercatori guidati dalle Università di Tokyo e di Hiroshima. I ricercatori hanno suonato otto brevi brani composti da soli quattro accordi ciascuno a oltre 500 partecipanti.

Ogni melodia aveva un mix vario di progressioni di accordi sorprendenti e non sorprendenti, certi e incerti. Quando è stato chiesto di riferire come i brani li facessero sentire e dove li “sentissero”, le risposte dei partecipanti hanno mostrato che le fluttuazioni nelle previsioni sulle sequenze di accordi venivano avvertite in parti specifiche del corpo, in particolare il cuore e l’addome. I ricercatori hanno anche scoperto che le sensazioni nel cuore erano fortemente legate all’apprezzamento estetico e ai sentimenti di piacere. Questi risultati potrebbero avere applicazioni utili per l’utilizzo della musica per migliorare il benessere.

“La nostra ricerca mostra che alcune sequenze di accordi creano sensazioni corporee simili in alcuni organi, in particolare nel cervello, nel cuore e nell’addome – ha affermato il professore associato Tatsuya Daikoku della Graduate School of Information Science and Technology dell’Università di Tokyo -. Ciò indica che il nostro senso interocettivo, cioè le sensazioni percepite dall’interno del corpo, possono in una certa misura essere alla base dell’apprezzamento estetico musicale e delle emozioni positive”. Sulla base di 890 canzoni presenti nelle classifiche musicali di Billboard negli Stati Uniti, i ricercatori hanno generato otto sequenze di quattro accordi che hanno suonato per studiare i partecipanti. Una caratteristica importante di ogni sequenza era il mix degli accordi.

Cinquecentoventisette partecipanti hanno ascoltato le melodie di quattro accordi e hanno indicato su un’immagine dove nel loro corpo sentivano la musica e con quanta forza. Hanno anche classificato le loro cinque principali risposte emotive a ciascun suono da un elenco di opzioni, nonché quanto sentivano che la musica li attraeva o li respingeva. Combinando queste risposte, i ricercatori hanno potuto creare una mappa del corpo distinta per ciascuna sequenza di accordi. Delle otto sequenze, le sensazioni addominali più forti sono state registrate quando tutti e quattro gli accordi progredivano con bassa sorpresa e bassa incertezza, cosa che i ricercatori hanno chiamato sequenza sLuL-sLuL.

Questa melodia molto prevedibile ha anche fatto emergere sentimenti di calma, sollievo, soddisfazione, nostalgia ed empatia. Le sensazioni più forti nel cuore sono state avvertite quando i primi tre accordi sono stati suonati con bassa sorpresa e bassa incertezza, ma il quarto accordo finale ha suscitato alta sorpresa e bassa incertezza. I ricercatori hanno chiamato questa sequenza sLuL-sHuL e le sensazioni più forti che produceva nel cuore sembravano essere strettamente legate a sentimenti di piacere più forti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *