Gli uomini di Neanderthal creavano utensili in pietra assemblati con un materiale adesivo multicomponente. A scoprirlo uno studio condotto dai ricercatori della New York University, dell’Università di Tubinga e dei Musei Nazionali di Berlino, pubblicato sulla rivista Science Advances.

Le scoperte, che rappresentano la prima prova di un adesivo complesso in Europa, suggeriscono che questi predecessori degli esseri umani moderni avevano un livello di cognizione e di sviluppo culturale più elevato di quanto si pensasse in precedenza. “Questi strumenti sorprendentemente ben conservati mostrano una soluzione tecnica ampiamente simile agli esempi di utensili realizzati dai primi esseri umani moderni in Africa, ma la modalità di realizzazione esatta riflette una “rotazione” neandertaliana, ovvero la produzione di impugnature per gli strumenti portatili”, ha detto Radu Iovita, professore associato presso il Centro per lo Studio delle Origini Umane della New York University.

Il gruppo di ricerca, guidato da Patrick Schmidt, della sezione di Preistoria antica ed Ecologia quaternaria dell’Università di Tubinga e da Ewa Dutkiewicz, del Museo di Preistoria e Storia antica dei Musei nazionali di Berlino, ha riesaminato i precedenti ritrovamenti di Le Moustier, un sito archeologico francese scoperto all’inizio del XX secolo. Gli utensili in pietra di Le Moustier, utilizzati dagli uomini di Neanderthal durante il Paleolitico medio del Musteriano, tra 120.000 e 40.000 anni fa, sono conservati nella collezione del Museo di Preistoria e Storia antica di Berlino e non erano mai stati esaminati in dettaglio in precedenza.

Gli utensili sono stati riscoperti durante una revisione interna della collezione e ne è stato riconosciuto il valore scientifico. “Gli oggetti erano stati incartati singolarmente e non toccati dagli anni ’60”, ha spiegato Dutkiewicz. “Di conseguenza, i resti aderenti di sostanze organiche erano molto ben conservati”. I ricercatori hanno scoperto tracce di una miscela di ocra e bitume su diversi strumenti in pietra, come raschietti, scaglie e lame. L’ocra è un pigmento terrestre presente in natura; il bitume è un componente dell’asfalto e può essere prodotto a partire dal petrolio grezzo, ma si trova anche naturalmente nel terrenno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *