La politica, secondo Eoo, non è un argomento attuale o di cui parlare. Volontariamente non la trattiamo mai e nemmeno ci schieriamo.

Siamo cittadini moderni, che vivono e rispettano le regole. Magari eludiamo, ma non evadiamo. Noi entriamo in tutti i pertugi delle riflessioni che riguardano la società civile e le persone intelligenti. Criticamente senza partito.

Non ci interessa se i migranti vengano accolti o rispediti nei loro Paesi di origine, lasciamo alle prevalenze percentuali dei partiti queste soluzioni. Noi, cittadini onesti, in segno di protesta paghiamo le tasse e abbiamo il diritto di indignarci: non è possibile che alle porte dell’Europa, presunta società civile ed evoluta, muoia un bambino di un anno.

E ancor di più ci indigniamo quando la politica cerca di rimbalzare alla nostra distratta impotenza la responsabilità di queste cose, quasi fossimo noi, con le nostre assenze, meritevoli di un senso di colpa.

Noi non possiamo nulla di fronte a queste situazioni e disgrazie. Non onlus o raccolte di denaro. Vi è chiaro? Voi politici tutti, nessuno escluso, avete in mano le soluzioni per queste tragedie. E se un bambino di un anno muore al confine della Polonia, se fossimo politici dovremmo rivoltarci nel letto durante il sonno, colpevoli di omicidio.
Quindi sarà il vento di Eoo che vi porterà il nostro urlo: trovate la soluzione, ma nel frattempo:

VERGOGNATEVI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.