I lavoratori sindacalizzati di un Apple Store statunitense del Maryland hanno votato sabato per autorizzare uno sciopero, che se dovesse andare avanti segnerebbe la prima azione sindacale di questo tipo contro il rivenditore negli Stati Uniti. I dipendenti dell’Apple Store di Towson, nei pressi di Baltimora, hanno votato per la sindacalizzazione nel 2022, un’altra prima volta per i negozi statunitensi del produttore di iPhone.

Tuttavia, il contratto non è ancora stato concordato. “Dopo oltre un anno di trattative con la dirigenza Apple che hanno portato a risultati insoddisfacenti, i membri del sindacato stanno ‘segnalando la loro richiesta collettiva di un cambiamento significativo'”, si legge in un comunicato del sindacato secondo il quale “tra le questioni al centro di questa azione ci sono le preoccupazioni per l’equilibrio tra lavoro e vita privata, le pratiche di programmazione imprevedibili che disturbano la vita personale e i salari che non sono in linea con il costo della vita nella zona”. Il negozio di Towson ha circa 100 dipendenti. Affinché il risultato sia valido, è stata richiesta la maggioranza dei voti. Il prossimo round di trattative è previsto per il 21 maggio, anche se lo sciopero potrebbe arrivare prima.

Nel frattempo, nel fine settimana i dipendenti di un altro negozio dell’azienda californiana, nel New Jersey, hanno respinto un tentativo di sindacalizzazione. Apple in una dichiarazione alla Cnn ha detto che “si impegnerà con il sindacato che rappresenta il nostro team a Towson in modo rispettoso e in buona fede”. Il National Labor Relations Board, l’autorità federale di regolamentazione del lavoro, ha ricevuto numerose denunce contro Apple, accusandola di cercare di scoraggiare il personale dal sindacalizzarsi. In generale, le aziende tecnologiche statunitensi sono considerate ostili alle iniziative di sindacalizzazione, in particolare Amazon.

A settembre, quasi un quarto dei dipendenti dei negozi Apple in Francia ha scioperato il giorno del lancio dell’iPhone 15, chiedendo un aumento di stipendio almeno pari all’inflazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *